CYCNOCHES PENTADACTYLON

De gustibus non est disputandum” … E che ognuno abbia il proprio gusto è innegabile.

Ramo floreale Cycnoches Pentadactylon

Non voglio offendere nessuno, ma oggi vi presento la più brutta catasetinae che abbia mai coltivato. La Cycnoches pentadactylon.

Non merita neppure una scheda tecnica o di coltivazione 🙂  … quindi sarò molto breve.

I fiori nella foto qui accanto sono i fiori maschili e, come si sa, vengono generati in situazioni di minor luminosità e irraggiamento solare nonché di più alta umidità. Se le condizioni sono migliori si generano fiori femminili e cioè quando è presente un’alta luce e una bassa umidità . I suoi fiori hanno un profumo molto lieve e delicato.

Originaria del bacino Amazzonico e delle foreste montane umide del Brasile e del Perù, ha il suo habitat naturale ad altitudini comprese tra i 700 e i 1000 metri.

Sicuramente il fiore della Cycnoches Pentadactylon è particolare!

Finita la fioritura, in questo periodo, la pianta perderà le foglie lasciando gli pseudobulbi completamente “nudi”. Comincia il periodo “dormiente” dove si devono sospendere completamente le irrigazioni, dopo il quale emergeranno le nuove crescite dalla base degli pseudobulbi vecchi.

Vista la forma degli pseudobulbi attualmente in commercio, forma lunga e stretta e sicuramente meno “cicciotta” di altre catasetinae, si deve stare molto attenti che durante la dormienza gli stessi non avvizziscano troppo. Per questo, soprattutto se passano questo periodo in luogo “secco”, circa una volta ogni 10 giorni una nebulizzata al substrato la concedo. Ma si badi bene, una nebulizzata non è un irrigazione!

Bark, perlite, sughero, sfagno disidratato è il mix di substrati che di solito si usa.

Ma al prossimo rinvaso userò un mix inorganico (lapillo vulcanico, pomice, perlite) con l’aggiunta di un 20 % di materiale organico e cioè bark di pezzatura media. Dovrò aumentare le irrigazioni ma sicuramente eviterà i rinvasi praticamente annuali.

Buona coltivazione a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *