L’ORCHIDARIO DI MAGDA!

Magda è una nostra lettrice di Montelupo Fiorentino

L’orchidario di Magda

Appassionata di orchidee è intervenuta su questo blog in merito alle Phalaenopsis ibride e alla Fredclarkeara After Dark dimostrando una apprezzabile ecletticità.

E ora, a dimostrazione di ciò, si è costruita autonomamente anche un “orchidario”.

Vi lasciamo con il suo racconto e con le foto del suo modo di coltivare le orchidee. Leggi tutto “L’ORCHIDARIO DI MAGDA!”

LE BLETILLE

Ho comperato i rizomi di Bletilla su un famosissimo sito dei Paesi Bassi che vende ovviamente piante, tra cui anche qualche orchidea.

Bletilla Striata

E con pochi spiccioli ho riempito la stragrande maggioranza di vasi e fioriere all’esterno! Le Bletille sono una delle orchidee terricole che più mi sento di consigliare perché accetta qualsiasi sopruso, (quasi tutti, nel limite del possibile ovviamente 🙂 ) e vi posso garantire che con me ne hanno passate molte (dallo spostamento da un substrato all’altro, da un vaso all’altro, alla terra piena, da un clima all’altro, dall’interno all’esterno etc etc ). E’ sicuramente la terricola più resistente ed adattabile con cui iniziare .

Questo doveva essere il primo articolo sulle orchidee terricole (ma vista la precoce fioritura è stato preceduto da quello sulle Calanthe e sui Cypripedium ), in quanto su questa specie avevo genericamente analizzato (sbagliando!)  le necessità di quasi tutte le terricole. Leggi tutto “LE BLETILLE”

CRONISTORIA DI UN AMORE CHIAMATO VANDA!

Di Valeria.

Che dire delle Vanda?

La magnifica fioritura della Vanda!

Trovo che siano le orchidee più affascinanti fra tutte… appena ho iniziato a fare ricerche su questo mondo, sono rimasta sbalordita da queste piante che vivono sospese, con le radici all’aria, figlie dell’acqua e del vento!

Lo stupore dovrebbe terminare quando impari che sono originarie di paesi come India, Cina, Malesia, le terre dei monsoni insomma, in cui l’umidità dell’aria varia fra il 70% e il 90%, il che spiega perché queste piante non hanno bisogno di substrato che immagazzini per loro l’acqua: la assorbono direttamente dall’aria nei periodi in cui le precipitazioni atmosferiche non sono abbondanti!

Invece no, lo stupore riempie i miei occhi ogni volta che ne guardo una, anche se non è in fiore!

Leggi tutto “CRONISTORIA DI UN AMORE CHIAMATO VANDA!”