CYNORKIS GUTTATA

di Marco Malacarne.

Stupendi fiori di Cynorkis guttata © Marco Malacarne.

Il genere Cynorkis comprende circa 120 specie distribuite tra l’Africa tropicale, il Madagascar, le Comore, le Mascarene e l’Africa del Sud. Nel solo Madagascar sono presenti circa 97 specie (ma ogni anno ne vengono descritte di nuove) quasi tutte endemiche. Sono piante terricole o più raramente epifite con radici tuberose o carnose. Il numero di foglie è variabile a seconda delle specie.

Nello specifico la Cynorkis guttata è una piante terricola alta da 15 a 35 cm con una sola foglia solitaria (10-50 x 3-8 cm) che si sviluppa completamente solo dopo l’appassimento dell’infiorescenza.

Cynorkis guttata © Marco Malacarne.

L’infiorescenza che porta numerosi fiori è alta fino a 35cm e si sviluppa dal centro della nuova foglia emergente e solitamente si sviluppa in primavera. I fiori sono solitamente bianchi soffusi di viola, il labello presenta una macchia carminio ed è punteggiato di viola o carminio, esistono anche altre forme con colorazioni diverse, ma sono più rare da incontrare.

Dettagli del fiore:

  • Cynorkis guttata © Marco Malacarne.
    – Sepalo dorsale oblungo, 7-10 × 3–5 mm, profondamente concavo e, insieme ai petali, forma un cappuccio sopra la colonna.
  • – Sepali laterali curvati all’indietro contro l’ovaio, concavi, oblungi a forma di falce, 7–10 × 2–3,5 mm con alcuni peli ghiandolari alla base.
  • – Petali leggermente oblunghi-obovati, curvati all’apice, 7-9 × 2–3 mm, rivolti all’interno dei margini dorsali del sepali formando un bordo ampio.  
  • – Labello 18 × 20–23 mm, tetra lobato; lobi laterali 8-9 × 8-9 mm; lobi apicali 9–11 × 7–9 mm, crenato-seghettati attorno ai margini, con un callo leggermente sollevato sul disco;
  • – Sperone parallelo all’ovaio, leggermente allargato alla base, lungo 26–32 mm, snello, leggermente gonfio verso l’apice.

Habitat

Cynorkis guttata © Marco Malacarne.

Le Cynorkis si sono adattate a vivere in molti habitat, dalle foreste pluviali ai prati aridi di alta quota, quindi una corretta conoscenza dell’habitat di questa specie fornisce tutte le informazioni utili alla coltivazione, in caso contrario si incorre in errori grossolani che portano al deperimento della pianta.

La Cynorkis guttata cresce nel centro-sud del plateux del Madagascar. Cresce tra le rocce nelle praterie di media quota caratterizzate da due stagioni ben distinte, una secca e fresca in cui si hanno solamente rugiade notturne in cui la pianta entra in riposo e una piovosa, più calda in cui la pianta fiorisce e poi sviluppa la foglia.

Temperatura

Cynorkis guttata © Marco Malacarne.

La pianta cresce bene in una serra intermedio necessitando di più calore durante il periodo di crescita e di un riposo più fresco, resiste fino a minime di 10°C durante il periodo di riposo e massime intorno ai 35°C.

Luce

Questa pianta va coltivata in un’ombra molto luminosa, ma non tollera sole diretto, se coltivata troppo al buio non forma tuberi abbastanza grossi da permettere la fioritura l’anno successivo

Umidità

Come in natura, durante il periodo di crescita necessita di una buona umidità portata dalla stagione delle piogge, durante la stagione secca, che corrisponde al periodo di riposo necessario per la corretta crescita della pianta, è bene mantenere una certa umidità ambientale, ma mantenere il substrato piuttosto asciutto; in natura si hanno delle rugiade notturne e un clima secco durante il giorno.

Acqua

Scheda di coltivazione per la Cynorkis guttata

Utilizzare solamente acqua da osmosi inversa a cui vengono aggiunti sali nutritivi o concime fino a raggiungere circa 200 µS/cm di conducibilità e un pH intorno a 5,5-6,5. Durante il periodo di crescita è necessario bagnare abbondantemente, mentre quando le foglie seccano il substrato va mantenuto asciutto con solo sporadiche nebulizzazioni.

Fertilizzazioni

Durante il periodo di crescita fertilizzare ogni bagnatura utilizzando acqua con concime a 200 µS/cm; durante il periodo di riposo non fertilizzare mai, riprendere la fertilizzazione con la comparsa dei nuovi germogli

Ventilazione

Mantenere sempre una buona ventilazione in modo da impedire il ristagno dell’acqua alla base della foglia con conseguente formazione di marciumi

Media e rinvaso

Substrato per Cynorkis guttata © Marco Malacarne.

Ideale è utilizzare un substrato per piante terricole, ognuno ha la sua formula segrete, io utilizzo un mix composto da perlite, pomice fina, lapillo fine, seramis e terriccio di foglie e un poco di fibra di cocco, deve rimanere umido ma al contempo non deve risultare troppo compatto e asfittico per evitare che il tubero marcisca. In Madagascar ho visto anche piante coltivate in terra di campo, ma non ho mai avuto il coraggio di provarci.

Tubero a riposo di Cynorkis guttata © Marco Malacarne.

Rinvasare ogni anno durante il periodo di riposo eliminando i tuberi dell’anno precedente ormai marciti e dividendo quelli appena formati.

Altro – curiosità

Tubero Cynorkis gutatta © Marco Malacarne.

La pianta non ha un periodo di riposo preciso, a volte va in riposo in piena estate, altre volte in inverno. Circa 5 mesi dopo la fioritura le foglie diventano gialle, interrompere quindi le bagnature rinvasare e mantenere il substrato abbastanza secco fin quando non rispuntano i germogli.

Purtroppo in coltivazione sono disponibili solo pochissime specie appartenenti a questo interessante e particolare genere, oltre alla Cyn. Guttata possiamo trovare la Cyn. Fastigiata e la Cyn. Ridleyi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.